Dollaro, borse e oro sempre più incerti

Difficile capire il cambiamento

Alle borse americane, nella giornata di oggi, è mancato soltanto il sostegno, peraltro importante, del Nasdaq, ancora in zona di incertezza per la rotazione settoriale in corso, che vedrebbe meno privilegiati i tecnologici.

L’S&P500 ha toccato il 50% dell’ultimo range, fra il massimo del 16 novembre e il minimo del 19-20. Ha chiuso però ancora in zona di incertezza. L’auspicio di vederlo più in basso, in una zona di acquisto più favorevole non è ancora scemato, ma la voglia di ripartire subito sembra altrettanto elevata.

È l’oro quello che ci ha dato lo spettacolo più interessante, con una discesa che ha rotto i supporti di breve più recenti, toccando quota 1828, il 62.50% del range 4 giugno-7 agosto.

Più in giù, se volesse continuare la discesa, c’è 1800 e poi 1776. A 1725 è collocato il 12.50% del range anzidetto, e sarebbe un supporto veramente interessante, se fosse offerto.

Il petrolio è di nuovo sui massimi di periodo, insieme con la voglia delle borse di ripartire.


Quando il petrolio performa, è come se facesse trapelare un intenso desiderio di ritorno alla normalità.

Martedì 24 novembre scorso alle 10.30 è andato in onda il Martedì della Borsa: insieme con Giorgio Pallini e il metodo Scelta Vincente abbiamo esaminato i migliori titoli internazionali e nazionali delle Borse mondiali. E abbiamo analizzato i mercati nella prospettiva di un Natale molto diverso dal solito, chiedendoci quanto e se sarà diverso per i mercati. Clicca per iscriverti e vedi la registrazione.

P.S.: Il dollar index ha di nuovo toccato, nella giornata di 23 novembre, l’area di supporto 92.20. Si è ritratto e nel contempo ha recuperato contro lo yen buona parte di quello che aveva perso negli ultimi sei giorni. Il mercato non sembra più finanziare le borse con il deprezzamento del dollaro, ma punta anche sullo yen. È in corso un cambiamento importante o è un fenomeno transitorio? La realtà è che capire il cambiamento quando ci sei dentro è la cosa più difficile. Clicca per iscriverti e vedi la registrazione, ne abbiamo parlato nel webinar.

Maurizio Monti
Editore
Traders’ Magazine Italia