E se fosse così semplice?

Pubblicato il: 17/06/24 12:47 AM

Le previsioni cercano di rendere vero ciò che ancora non c’è. Esattamente come la fantasia.

So di attirarmi gli strali dei grandi esperti, o presunti tali, che viaggiano in internet. E anche dei blasonatissimi, quando non della stampa finanziaria, che finirebbe col non avere quasi più nulla da pubblicare.  

Ma la previsione è puro esercizio di fantasia: anche quando utilizziamo gli strumenti più sofisticati, i metodi più collaudati, anche quando affondiamo in decenni di esperienza storica e in secoli di dati sui mercati.

Se vuoi fare trading, non è la previsione, è il metodo che domina le tue scelte. Il metodo, il sistema, prevale su tutto.

La previsione, se azzeccata, perché la fantasia alle volte ci prende (del resto anche un orologio rotto segna l’ora giusta due volte al giorno), può essere complice del metodo, aiutandoti a migliorarne i risultati.

In un nostro precedente articolo, sottolineavamo, appunto, che la strategia (il metodo) prevale sulla tattica (la previsione), e quest’ultima aiuta a migliorare i risultati della strategia, che, comunque, non ha stretta necessità della tattica per avere successo.

So che tale concetto risulta ostico per molti, anche perché del tutto contro corrente rispetto a molta letteratura ufficiale.

Dire che le previsioni di Societe Generale o Bank Of America o JP Morgan (se non, figuriamoci, del fighissimo di turno fai-soldi-in-60-secondi) sono solo fantasie della mente, risulta per alcuni offensivo. Secondo la Treccani, la fantasia è:

“Facoltà della mente, grazie alla quale possiamo creare immagini corrispondenti o meno alla realtà, dando vita a un ‘mondo parallelo’ a quello della nostra esistenza quotidiana”.

La definizione appare perfetta per identificare con esattezza una previsione in ambito finanziario, specialmente nella prima parte.

La seconda parte, invece, è quando la fantasia diventa marketing, come spesso accade, dipingendo il mondo parallelo del trading dai guadagni facili, e la definizione si conferma più che mai perfetta.

Questo, ovviamente, non significa che fare previsioni o proiezioni sia inutile.

Significa solo che senza un metodo di trading o di investimento serio ed affidabile non solo le previsioni sono inutili, ma possono risultare perfino dannose, se non accompagnate da una strategia.

Opzionaria Friendly Tour nasce con uno scopo preciso: quello di rendere note al pubblico strategie operative concrete, replicabili, precise, esattamente definibili dal punto di vista NUMERICO, ARITMETICO.

Numeri, non grafici aleatori sparati al vento del Web.

E’ un evento gratuito che dura una giornata, dalle 9.30 fino a sera, con una pausa per il pranzo.

La location è l’Aula d’Onore della Università degli Studi di Torino, la SAA, School of Economics: l’Università che da sempre dimostra sensibilità particolare per aiutarci a realizzare la nostra missione editoriale, diffondere Cultura Finanziaria di altissimo livello ad un Pubblico più vasto e qualificato possibile.

Alla SAA, vedremo insieme strategie operative fondamentali, e anche tattiche che possono contribuire a migliorarne il risultato.

Vedremo metodi di previsione basati sulla grafica, sulla stagionalità, sull’analisi ciclica, sulla scienza algoritmica.

Vedremo, fra l’altro, un metodo semplice di proiezione temporale e quantitativa del massimo dell’S&P500: cioè una tattica che molti farebbero a pugni per sapere applicare, che non trovi in letteratura, la trovi da noi, nel mondo di Opzionaria, di Traders’ Magazine e dell’Istituto Svizzero della Borsa.

Ma queste sono solo tattiche, a noi interesseranno, più di tutte, le strategie operative: e vedremo come le strategie che adoperiamo siano indipendenti dalle tattiche; a noi, dove arriva l’S&P500 ci interessa fino ad un certo punto, per non dire che non ci interessa proprio.

Ma averne la proiezione ci permette di rappresentare uno scenario che, qualora esatto, può contribuire ad un migliore risultato della strategia.

Per questo possiamo permetterci il lusso di esercitare la fantasia per fare proiezioni: qualche volta non ci prendiamo, ma che ci importa, se le strategie, comunque, battono il mercato? Anche per questo ci permettiamo il lusso di dire la verità: le previsioni sono fantasie della mente.

Trascorri insieme con noi una giornata intera di Cultura Finanziaria vera, in un evento imperdibile e non ripetibile (i contenuti di questo evento sono esclusivi e la registrazione dell’evento è destinata gratuitamente solo ai partecipanti), vieni a Torino, alla SAA, il giorno 21 giugno: dalle 9 in poi l’accoglienza, alle 9.30 iniziamo la conferenza fino alle 18, con i mercati aperti.

Iscriviti solo se hai intenzione di partecipare: se dopo l’iscrizione hai un imprevisto e non puoi venire, comunicacelo. 

P.S.: Sopra ho parlato di un metodo semplice di proiezione del massimo dell’S&P500.

E’ davvero semplice prevedere un massimo (o un minimo)? E se lo fosse?

E, una volta stabilito che può esserlo, pensa quanto valga la pena poter dire: interessante, non sono in molti a saperlo. Ma io guadagnerò lo stesso, qualunque sia il massimo dell’S&P500.

Condividi con noi la Cultura Finanziaria vera delle opzioni e del trading di successo: l’appuntamento è il 21 giugno a Torino, alla Università SAA.

Se vieni, clicca per iscriverti. E clicca solo se vuoi venire.

Il 21 giugno prossimo ritorna Opzionaria Friendly Tour nel suo format di una giornata intera di grande Cultura delle opzioni nell’Aula d’Onore della SAA, all’Università di Torino.

Nella seconda Master Edition passeremo insieme una fantastica giornata a mercati aperti, nel giorno della scadenza tecnica trimestrale: analizzeremo la Mappa del Mercato, man mano che si forma nel corso della giornata, esamineremo strategie operative da mettere a mercato, valuteremo il timing corretto, metteremo sotto la lente la volatilità della giornata, e le prospettive per i giorni e le settimane successive.

Vedremo la stagionalità, l’analisi grafica, i volumi, gli open interest, gli indicatori, gli algoritmi di prezzo e tempo, i diversi modelli di costruzione delle strategie operative: saranno sette ore di grande Cultura, in cui condivideremo la Conoscenza e la Passione per i mercati.

Qui sotto, trovi il link per iscriverti: per favore, iscriviti solo se hai reale intenzione di venire in sala il 21 giugno, l’evento è gratuito, la registrazione sarà resa disponibile gratuitamente solo ai partecipanti all’evento.

Maurizio Monti

Editore

Istituto Svizzero della Borsa