Fare profitti ora sull’automobile

Pubblicato il: 10/01/22 11:32 PM

Attenzione al dopo

Alcuni giorni fa sul sistema di trading Beautiful Options, abbiamo ottenuto un buon profitto di 170 dollari per opzione sul titolo Ford.

La stessa cosa era accaduta sul titolo General Motors, quando l’11 novembre avevamo realizzato un profitto di 210 dollari per opzione.  

Spesso ho dichiarato di non amare molto i “carrarmati”, quelle azioni che rappresentano aziende troppo grandi. Diciamo che non amo troppo le opzioni (e anche le azioni) che costano tanto. E Ford e General Motors non sono fra queste.  

Ma l’automotive sta vivendo una seconda giovinezza. Sembra incredibile, ma i dati delle vendite mondiali, nel 2021 sono tornati, sostanzialmente, alla normalità.

La pandemia, nel 2020, ha innescato un collasso economico da cui nessun paese è stato immune e il settore auto è stato colpito pesantemente. È interessante vedere quattro numeri per capirne l’impatto: qui sotto li trovi in milioni di unità di automobili vendute nel mondo.

2010-2019 media, 71,0

2019:                   74,9

2020:                   63,8

2021:                   71,4

Nel 2021 siamo tornati cioè sui valori medi degli ultimi 10 anni pre-pandemia e il dato del 2020 ci fa capire quanto la pandemia ha influito nel settore, con un calo peggiore di quello verificatosi negli anni dal 2007 al 2009, durante l’ultima crisi finanziaria.

Nel 2020 e 2021 c’è stato un segmento del settore automobilistico che ha avuto un vero boom, stabilendo addirittura nuovi record, malgrado la devastazione che le cifre del 2020 ci rendono evidente. E questo ci dà una indicazione preziosa di quello che sarà il settore trainante dei prossimi anni.

Forse ti viene da pensare che sto parlando del segmento delle auto usate: certamente, queste stanno vivendo una sicura rinascita, ma intendo invece riferirmi ai veicoli elettrici.

Nel mondo, le vendite di veicoli elettrici nel 2020 sono aumentate del 41%, mentre l’intero comparto crollava del 14%. Non solo: il grande incremento si è concentrato tutto sul secondo semestre del 2020, a testimoniare la sua grande accelerazione.

Nel 2021, l’Europa ha scavalcato la Cina ed è diventata il più grande mercato di veicoli elettrici al mondo: grazie anche ai nuovi standard sulle emissioni, varati dall’Unione Europea.

Le vendite in Europa, nel 2020, sono cresciute del 55%, e sono raddoppiate nel 2021. A fine 2021, in Europa, un veicolo in circolazione ogni sette era elettrico.

Le case che stanno investendo massicciamente sull’elettrico sono destinate ad essere beneficiate di quello che è destinato a diventare nel 2030 un mercato da 1,3 trilioni di dollari. Vale a dire, quando si prevede che il 27% delle vendite totali di auto nuove saranno elettriche, e, da come si muovono i numeri, potrebbe essere una stima in forte difetto.

Così, Ford e General Motors, con investimenti complessivi di oltre 53 miliardi di dollari sull’elettrico, potrebbero essere di nuovo, come un tempo, due titoli molto attrattivi. E a Beautiful Options sono inclusi nel pacchetto di titoli che il nostro sistema osserva ogni giorno.

C’è anche un’altra particolarità, riguardante l’elettrico … e sono alcune aziende destinate a diventare strategiche come fornitrici dei grandi gruppi automobilistici per una straordinaria innovazione in corso riguardante i semiconduttori.

Continua a seguirci, in una prossima puntata ti parlerò di questa grande opportunità: se ne parla poco, ma l’Istituto Svizzero della Borsa non si fa sfuggire queste chicche.

A proposito di Beautiful Options, ne abbiamo parlato in un imperdibile webinar in multi-edizione, dove illustriamo il sistema, e parliamo di qualche scenario sulle borse mondiali.

Clicca per iscriverti e vedi la registrazione.

P.S.: Le borse sono scese negli ultimi giorni. È possibile che abbiano toccato già minimi importanti. Vedremo se c’è ancora spazio per un guizzo al rialzo di nuovi massimi. Forse non sarà entro il 16 gennaio come pensavamo, magari richiederà di più. Però se avverrà così, attenzione a quello che c’è dopo, perché potrebbe essere un ritracciamento molto più serio.

Clicca per iscriverti e vedi la registrazione.

Ora c’è www.segnalidiborsa.com , la tua WebinarTV 24 ore, 365 giorni l’anno. È gratis, c’è sempre, quando tu lo vuoi e ti informa con un canale telegram di ogni nostro webinar che viene annunciato o pubblicato.

Hai quattro webinar contemporanei costantemente in onda, puoi scegliere i webinar in archivio per argomento, o ascoltare i nostri interventi dove siamo ospiti di altri.

Iscriviti al canale, sarai sempre sintonizzato con noi:

è un portale dell’Istituto Svizzero della borsa.

Maurizio Monti

Editore

Istituto Svizzero della Borsa