I principali eventi di questa settimana

I dati PMI manifatturieri statunitensi – Martedì 3 settembre alle 13:30 GMT

Manifatturiero statunitense sotto stress

Alla 60esima settimana della guerra commerciale tra USA e Cina, i dati preliminari mostrano un forte impatto sul manifatturiero statunitense. Ancor peggio, la scorsa settimana siamo entrati a conoscenza del fatto che il processo decisionale della Casa Bianca era fuori controllo, un ex funzionario del dipartimento del commercio sostiene che la gente aveva paura a prendere decisioni.
Ogni lettura preliminare dei dati PMI ha spinto il dollaro verso il basso e i dati finali di martedì potranno certamente muovere un dollaro già volatile.
Fai trading guerra commerciale Fai trading sull’USDJPY

PMI europei – Mercoledì 4 settembre dalle 07:15 alle 8:30 GMT

Inversione in Europa

Le ultime settimane Francia e Germania hanno visto l’inversione delle loro posizioni, con l’economia tedesca volta all’esportazione fortemente colpita dalle politiche di aumento dei dazi di Trump e il tradizionale approccio protezionista francese che sostiene la crescita. Lo scorso anno, lo stimolo di 25 mld della Francia (il movimento dei gilè gialli) arrivò giusto in tempo per allontanare lo spettro delle ripercussioni della guerra commerciale e la crescita del PIL francese dello 0.2% nel secondo trimestre ha superato quella tedesca, così come i dati PMI manifatturieri. Il deficit delle partite correnti della nazione dello 0.6% è meno di un decimo di quello tedesco e il reddito delle famiglie pro capite è aumentato dell’1% nell’anno in corso, il doppio rispetto a quello tedesco.
Gli indici PMI servizi e compositi di mercoledì forniranno la sintesi dei valori manifatturieri di lunedì, con la speranza che possano fornire ulteriori chiarimenti per contrastare le ripercussioni di una Brexit senza accordo e delle follie di Trump.
Investi nell’inversione Fai trading su EUR/USD


Dati sui salariati extra agricoli statunitensi – Venerdì 6 settembre alle 12:30 GMT

È nuovamente tempo di NFP
A differenza del 2008, la prossima recessione molto probabilmente non arriverà con un forte botto ma con la disperazione. La guerra commerciale tra USA e Cina, la Brexit e il crescente stallo sul petrolio e il nucleare iraniano, potrebbero causare un’implosione economica mondiale, e tutti e tre stanno facendo sì che la Federal Reserve USA diventi più politica e meno fiscale nelle sue decisioni.
Di conseguenza, i dati economici stanno influenzando sempre di più la politica e qualsiasi movimento improvviso, soprattutto di indici sopravvalutati come i dati sui salariati extra agricoli (NFP), possono diventare critici per i tassi di cambio col dollaro. Guarda i dati NFP – Unisciti alla festa Fai trading sull’oro