Le monete d’oro di Paperon de Paperoni

I regali per la Comunione dei ragazzini

E chi non ricorda i tuffi di Paperone dentro la sua piscina fatta di monete d’oro all’interno del suo deposito? E le nuotate fatte nell’oro, il suo modo di rilassarsi, godendo in modo fumettistico della sua ricchezza?

L’oro e la moneta d’oro rappresentano in modo molto signficativo la ricchezza, più di qualunque altra cosa. Pur vivendo nell’era del digitale, del virtuale, dell’intangibile, pur essendo immersi nella realtà impalpabile di internet dalla mattina alla sera, la moneta d’oro, l’oro fisico, il metallo prezioso mantiene un fascino, forse ancestrale, e comunque insuperabile.

Hai mai pensato che l’accumulazione di piccoli tagli di oro fisico può costituire un modo molto efficace di proteggere un patrimonio nel lungo termine? Una sorta di piano di accumulo, fatto un po’ alla volta, sulla base delle tue possibilità e disponbilità, dei tuoi profitti di trading accantonati, dei rendimenti dei tuoi investimenti degnamente reimpiegati. 

Lo so, quando ci hai pensato e ti sei accorto di vivere in Italia, ti è sembrato difficile comprare lingotti o lingottini d’oro, non sapevi a chi rivolgerti, hai provato a chiedere in banca e ti hanno proposto un bel fondo di investimento con tre per cento di commissione in ingresso e cinque in uscita e l’80 percento degli utili per il gestore. 

E magari alla fine hai deciso di tenere i soldi fermi, in conto corrente, rischiando di trovarne di meno a causa degli interessi nulli o negativi, delle spese, delle commissioni e delle tasse.

Il 10 settembre scorso, alle 18, su Traders’ Webinar, un grande professionista, uno dei più qualificati esperti della materia in Italia, ci ha parlato di oro fisico. Come comprarlo, come tenerlo, a quali servizi affidarsi.

Sto parlando di Giacomo Mazzucchelli, Gold Advisor Manager di Italpreziosi. Abbiamo parlato di lingotti, monete, metalli preziosi. Non per emulare zio Paperone, ma per proteggere il nostro patrimonio o quello delle persone a cui diamo consigli. Clicca per iscriverti e vedi la registrazione.

P.S.: In Svizzera, dove, riconosco, è tutto più semplice, i lingottini d’oro da 10, piuttosto che da 50 o da 100 grammi vengono regalati ai ragazzini per la Comunione o per qualche ricorrenza importante. E’ una cultura: la cultura di una tesaurizzazione ragionata, di un fondo di riserva a lungo termine. Che forse non servirà mai, e se non servirà, meglio così, andrà a qualcun altro dopo di noi, avendo mantenuto il suo valore nel tempo. Che cosa altro può darti questa prospettiva per il futuro? Clicca per condividere con noi, un’ora di Cultura sull’oro fisico e sui metalli e beni preziosi. Iscriviti e vedi la registrazione.

Maurizio Monti Editore Traders’ Magazine Italia