Dove va l’oro? La risposta è nel dollaro

Non dipende tutto da Trump  

È il momento di comprare oro, con fine speculativo, puntando ad una ripetizione dei massimi recenti o addirittura a nuovi massimi storici?

In molti hanno provato ad indovinare i possibili punti di riacquisto dell’oro.

Uno di questi livelli era certamente l’area 1850-1880, che ha certamente reso felici coloro che nella scorsa settimana ne hanno approfittato per andare a raccogliere un pacchetto di punti con i massimi toccati in area 1920.

In una delle trasmissioni TV in cui ero ospite, spiegai come la candela del 12 agosto, con la sua lunga shadow verso il basso identificava con il suo minimo un livello che con molta probabilità sarebbe stato di nuovo testato dal mercato: cosa che è avvenuta dal 23 al 28 settembre.

Nel giorno del nostro algoritmo temporale, che prevedeva una inversione per il 28-29 settembre più o meno 4 giorni, l’oro ha toccato il suo minimo relativo e ha dato l’impressione di voler ripartire.

Che sia già ripartito, è possibile. Ma a mio avviso, non è ancora probabile.

L’algoritmo successivo, come già riportato più volte in queste colonne, prevede il 9-12 ottobre, più o meno una settimana, come prossimo possibile punto di inversione (da un minimo o da un massimo).

Se il prezzo tornasse da subito in area 1950-1960 certamente darebbe molta speranza ai rialzisti di breve termine.

Ma la probabilità maggiore il nostro algoritmo la assegna ad una ulteriore gamba ribassista che dovrebbe svilupparsi nel corso dei prossimi giorni. Con possibile inizio da subito.

Due sono i possibili livelli inferiori: 1828 e 1777, con l’approssimazione per entrambi di una decina di punti. Due piccole posizioni da aprire in quelle aree possono concorrere a seguire il trend rialzista successivo, che potrebbe andare nella direzione giusta auspicata da molti.

Molto dipenderà dal dollaro, ovviamente. Il nostro sistema lo vede in ribasso nelle prossime settimane, anche se in questa settimana e nella successiva, potrebbe ancora rafforzarsi.

Se la visione verso fine ottobre e novembre è corretta, allora l’oro è destinato ad una corsa rialzista che potrebbe dare grandi soddisfazioni.

Con Giorgio Pallini, l’autore di Scelta Vincente, durante il webinar del Martedì della Borsa, il 6 ottobre scorso alle 10.30, abbiamo avuto modo di riparlarne ancora e di approfondire ancora più in dettaglio lo scenario sull’oro. Ma abbiamo parlato anche di petrolio, per individuare un possibile punto di riacquisto dalla caduta libera attuale, di eurodollaro, di dax, di mercati internazionali e ovviamente di Borsa Italiana e dei suoi titoli migliori da monitorare. Clicca per iscriverti e vedi la registrazione.


P.S.: Trump, e la sua malattia soprattutto, è una variabile critica per tutte le previsioni di breve e medio termine? Certo. Ma i sistemi sono sistemi e se li mettessimo in discussione in funzione delle notizie non sarebbero più sistemi. Quando i sistemi sbagliano, sbagliano e raramente è colpa delle notizie. E quando individuano la probabilità corretta non è mai merito delle notizie. Clicca per condividere con noi una mattina dedicata alla grande Cultura di finanza operativa. Iscriviti e vedi la registrazione.

Maurizio Monti
Editore
Traders’ Magazine Italia