Il peggior giorno dal marzo del 2023

Pubblicato il: 11/06/24 12:09 AM

Tattica e Strategia.

Andrew Tyler è responsabile della Market Intelligence statunitense di JP Morgan.

Dal suo punto di osservazione privilegiato, ci informa, senza darci troppi dettagli, che sul mercato delle opzioni, con scadenza venerdì, ci sono un gran numero di straddle venduti più o meno sull’at-the-money.

Rammento che uno straddle venduto è la combinazione di una put e una call entrambe vendute sullo stesso strike: in questo caso uno strike vicino al prezzo del sottostante (at-the-money).

Questo permette ai venditori di tali opzioni di sopportare una oscillazione del mercato del più o meno 1.3-1.4% e di essere quindi in condizione di restare con profitto all’interno di tale trading range settimanale.

Cercando di verificare quanto detto da Tyler, constatiamo che sull’SPX ci sono un grande numero di call e put presumibilmente vendute (quindi molti straddle venduti, come detto da Tyler) sul livello 5350.

Tale livello si è ulteriormente rafforzato durante la giornata di ieri, con afflusso ulteriore di non meno di 2500 pezzi per parte.

Il prezzo di vendita dello straddle era intorno ai 70 punti indice: tenuto conto si tratta del prezzo di ieri, mentre l’open interest era già cospicuo, il valore di detto straddle può coincidere con una banda di oscillazione tollerata dell’1.3-1.4% sostenuto da Tyler (70 punti sono l’1.3% di 5350).

Tyler avverte che il CPI e la FED nello stesso giorno (mercoledì 12 giugno) potrebbe far vedere una oscillazione in più e in meno di tale dimensione: dove sembra di capire che il CPI farebbe affondare il mercato, mentre Powell (Santo Powell) lo farebbe resuscitare. Ma potrebbe essere anche il contrario (anche se punterei su quanto sostenuto da Tyler).

Esaminando in dettaglio il dato macro sul CPI core (senza cibo ed energia), Tyler ritiene probabile l’aumento previsto dello 0.3% mese su mese.

Un aumento dello 0.4% è definito come molto pericoloso, perché il mercato potrebbe scendere dell’1.5%-2.5% (polverizzando gli straddle di cui sopra). Attribuisce però a questa ipotesi non più del 5% di probabilità.

Un dato che fosse uguale alla previsione dello 0.3%, creerebbe una oscillazione limitata del mercato del più o meno 0.75% (con grande gioia dei venditori di quegli straddle).

Infine, un dato dello 0.2%, o anche dello 0.25%, quindi minore delle attese, farebbe festeggiare il mercato, con un guadagno intorno al 2% e di nuovo con nuvole nere sopra i venditori degli straddle.

Un altro analista, Stuart Kaiser, responsabile della strategia di trading azionario di Citigroup, ha osservato che il movimento di mercato nel giorno della FED potrebbe essere di dimensione tale da essere il più grande dal marzo dell’anno scorso: per chi non lo ricordasse, Kaiser si riferisce al 9-13 marzo, con il fallimento della Silicon Valley Bank.

Il livello di tolleranza degli straddle coincide con il livello 5270/5280 dal lato supporto e 5420 circa dal lato della resistenza: all’incirca quelli che abbiamo anticipato nell’articolo di ieri come supporto e resistenza della settimana.

Prepariamoci ad una presumibile volatilità mercoledì 12 giugno e vediamo, oggi, come si comporta il Vix.

Sul nostro canale webinar, puoi condividere con noi un magnifico sistema di trading in opzioni, capace di produrre ottimi profitti, contenendo il rischio in modo molto efficace.

Clicca per iscriverti e seleziona la sessione migliore per te.

 

P.S.: In quegli straddle, c’è anche Jp Morgan … E diventa molto credibile quanto sostenuto da Tyler.

Nel webinar, ci sentirai parlare di tattica e di strategia. E ti dimostreremo come la seconda prevalga sempre sulla prima e consenta anche di essere vincenti, perfino con una tattica sbagliata.

Attenzione ai sistemi di trading che sono tutta tattica e hanno poco contenuto di strategia: sono i più fallaci e i meno “trasferibili” ad altri che non siano i loro creatori.

Clicca per iscriverti e scegli l’edizione più confortevole per te.

Il 21 giugno prossimo ritorna Opzionaria Friendly Tour nel suo format di una giornata intera di grande Cultura delle opzioni nell’Aula d’Onore della SAA, all’Università di Torino.

Nella seconda Master Edition passeremo insieme una fantastica giornata a mercati aperti, nel giorno della scadenza tecnica trimestrale: analizzeremo la Mappa del Mercato, man mano che si forma nel corso della giornata, esamineremo strategie operative da mettere a mercato, valuteremo il timing corretto, metteremo sotto la lente la volatilità della giornata, e le prospettive per i giorni e le settimane successive.

Vedremo la stagionalità, l’analisi grafica, i volumi, gli open interest, gli indicatori, gli algoritmi di prezzo e tempo, i diversi modelli di costruzione delle strategie operative: saranno sette ore di grande Cultura, in cui condivideremo la Conoscenza e la Passione per i mercati.

Qui sotto, trovi il link per iscriverti: per favore, iscriviti solo se hai reale intenzione di venire in sala il 21 giugno, l’evento è gratuito, la registrazione sarà resa disponibile gratuitamente solo ai partecipanti all’evento.

    Maurizio Monti Editore Istituto Svizzero della Borsa