Ora di tornare negli hotel?

Uno dei settori più colpiti dalla pandemia Covid-19 è stato il settore alberghiero, in cui catene ben note come Hilton Worldwide Holdings Inc. sono arrivate a presentare una diminuzione dei Ricavi per Camera Disponibile (RevPAR la sigla in inglese) di più dell’80% e una perdita operativa di oltre 400 miliardi di dollari nell’ultimo trimestre.

Anche se le ragioni di questo comportamento sembrano ovvie, le enunciamo in questo articolo perché alla fine hanno rappresentato nuove opportunità per ogni brand di reinventarsi come mai prima d’ora, e sfruttare al meglio la situazione. Prima ci sono state le misure di allontanamento sociale applicate dai diversi governi, proibendo tra le altre cose grandi assembramenti di folle, ed i voli nazionali e internazionali. Poi, in secondo luogo, c’è stata la componente personale di ogni consumatore, con la scarsa fiducia nell’andare nei luoghi pubblici, e anche la volontà di tagliare le spese il più possibile.

Sebbene abbia rappresentato un duro colpo per l’industria, in cui diversi hotel hanno dovuto andare in bancarotta e altri hanno adottato misure a livello lavorativo, come ferie forzate, salari inferiori, licenziamenti, ecc, i marchi che sono sopravvissuti hanno assunto l’atteggiamento migliore di fronte a questa situazione e stanno implementando varie misure per riconquistare la fiducia delle persone e aumentare al massimo il loro business quando torneremo alla normalità. E mentre la velocità e la quantità di infezioni continua a diminuire in tutto il mondo, cresce la domanda degli hotel, in cui deve esserci una correlazione negativa molto alta ma interessante, come si può vedere nel grafico seguente.

Il principio fondamentale che il settore sta assumendo è quello di tornare a un vecchio adagio del settore, che a volte sembra essere dimenticato, ma che senza dubbio non passerà mai di moda, ed è: “diamo all’ospite ciò di cui ha bisogno”. Le persone hanno bisogno di fuggire dalla loro realtà, visitare destinazioni incredibili e tornare nei luoghi dei loro ricordi migliori. Inoltre, vengono riattivati ​​anche i viaggi d’affari e aziendali e i dirigenti hanno bisogno di un luogo in cui stare ed essere in grado di connettersi, ma sempre dando la priorità alla sicurezza e alla fiducia di poter utilizzare strutture igieniche e confortevoli. Un’altra misura è l’implementazione di strumenti tecnologici più numerosi e migliori, che consentono di controllare lo stato delle strutture, alcuni servizi diversi progettati per la nuova economia e avere più opzioni nel momento di effettuare connessioni remote.

La cosa più interessante per noi è che queste misure prima o poi si rifletteranno sul mercato azionario e sulle varie azioni del settore, che vengono negoziate con premi molto alti rispetto al resto del mercato, e dove potrebbero esserci ottime opzioni per la generazione di ricchezza a lungo termine. È importante verificare che l’azienda prescelta abbia effettivamente le risorse per superare la pandemia e che i suoi luoghi chiave non siano stati influenzati in modo permanente o a lungo termine dalle misure preventive. In questo tipo di situazione sarà sempre più interessante scommettere su azioni di grandi società consolidate, che in ogni emergenza non dovrebbero avere problemi a trovare finanziamenti o risorse. Tuttavia, facendo un po’ più di ricerca, sicuramente si possono trovare delle alternative interessanti, forse poco conosciute per le loro dimensioni, che riescono ad adattarsi più velocemente alle nuove esigenze dell’ambiente e quindi a conquistare una posizione privilegiata rispetto alla concorrenza.

Esteban Peñaloza Strategist dell’ Instituto Español de la Bolsa